Racconti

No social.

Tra pochi giorni, era dicembre 2021, festeggerò un anno senza social. Addio Facebook, Instagram, Twitter con una brevissima rinascita, via tutti. Facebook, 800 “amici”, parenti esclusi le persone con cui avrei il piacere di ritrovarmi anche solo in un bar per due chiacchiere e una birra sono forse una decina quindi solo spreco di pensieri e tempo.

La prima percezione che si ha è essere fuori dal mondo mentre secondo me quella reale è essere fuori dai discorsi sterili di gente con cui non hai niente in comune e che nella vita reale mai frequenteresti per divergenze di ogni livello, peccato per le pochissime persone con cui condividevo pensieri e opinioni.

Il lavoro da fotografo, nel mondo dell’informazione e della comunicazione che ho svolto per quasi vent’anni mi obbligava ad esserci, oggi per fortuna, no. Per questa scelta devo ringraziare chi mi ha stimolato, il covid e la pandemia.
Nella tragedia è stato un utile spartiacque, madre di pensieri in cui incappavo al limite tra “Star Trek” e “il pianeta delle scimmie” che non si sono evolute mentalmente.

Un anno fuori dai binari morti, un anno che ho ricominciato a usare il blog ormai quasi fermo perché i social monopolizzano l’uso di internet.

La domanda da porsi è semplice, io con questo qui o con questa qui ci andrei di mia spontanea volontà anche solo in un bar per bere una birra e fare due chiacchiere? Se la risposta è no cosa te ne fai di tutta quella gente intorno e perché prendere lezioni da “fragolina99” e “ciccio28” che vogliono insegnare la vita, la coerenza e neanche si qualificano con il loro vero nome e cognome?

I social oggi sono sempre meno social e sempre più propaganda, non è un caso che la politica si è spostata lì, e sono sempre più autoreferenziazione, successo con contenuti che non hanno niente di successo, qualche sporadico pensiero interessante e l’utilità? Voi l’avete capita? Io un po’, la falsa illusione di essere in una piazza democratica e far guadagnare tanti soldi a dei privati cittadini e io voglio avere la mente libera.

2 commenti

  • LaRosadiAndromaca

    Sono anni che non sto sui social, che trovo molto noiosi, e personalmente non capisco come fa tanta gente a farsi manipolare e guidare da persone cge comprano persino i follower. Non ne ho mai sentita la mancanza. Preferisco fare altro

    • Gianni Petta

      Hai ragione, oggi che quel mezzo non mi serve più per a mia ex professione, il fotografo ho capito quanta inutilità c’è in quel mezzo di mal comunicazione.
      C’è voluto del tempo, ma l’importante è stato arrivarci e devo dire che non mi mancano per niente, anzi mi chiedo come facevo ad utilizzarlo in maniera costante.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: