Festival,  Mostre

Borovliani, mostra fotografica di Valerio Contini

Borovliani mostra di Valerio Contini - photo Gianni Petta

Quattordicesima edizione di Isole Che Parlano terminata. La mostra di Valerio Contini rimarrà aperta fino al trenta settembre, mi raccomando fatevi un salto ne vale davvero la pena.
Metto qualche foto dell’inaugurazione e dell’incontro.

Dopo la mostra ho vagato su youtube alla ricerca di un video visto durante la presentazione della mostra, video fatto da un cineoperatore russo morto quindici giorni dopo aver girato quelle immagini.
Non ho trovato quel video ma ne metto altri.

Come ci diceva Valerio i liquidatori sono le persone che hanno ripulito le zone contaminate e che a quanto pare sono tutte morte, vedendo le immagini si capisce il perché.

Per chi come me il 25 aprile 1986 era un giovincello questo video mi pare riassuma bene la vicenda.

Un commento

  • walkie talkie

    Nel 1986 frequentavo il 4° superiore.Rimasi scioccata dalla notizia. Approfondimmo l’argomento. Con il passare degli anni l’amara verità sulla catastrofe. Il video spiega benissimo l’accaduto. Ma ci sono realtà mai dette legate a quel tragico episodio. le conseguenze, gli effetti, sono presenti ancora oggi. Ciò che è sconosciuto ai più è stato immortalato dagli scatti di Valerio Contini. Fotografo per passione che nella mostra di Isole che Parlano, al centro di documentazione, ha velato, volutamente, le immagini legate alla brutalità che ha devastato i corpi di tantissime persone. Ma osservando in particolare una foto che ritrae una madre mentre con occhi di ammirazione e d’amore guarda la propria bambina lancia anche un messaggio di speranza. Pur nella malattia e nella tragedia (immane) la vita è pur sempre vita. Non sono “mostri” i volti ritratti – così sono stati dipinti da alcuni giornalisti nei vari reportage – sono persone, esseri umani che volentieri si sono messi in posa davanti alla macchina fotografica di Valerio. La loro è una testimonianza preziosa seppure silenziosa. E’ un invito a riflettere sul tema del nucleare, oggi tornato d’attualità nel nostro Paese. Riflettiamo e riflettete seriamente. La mostra dovrebbe essere visitata da tutti, scolari e insegnanti in primis.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.