Cronaca

Siete tutti matti, voi siete la verità noi siamo l’illusione.

Quale migliore periodo per rivedere “Quinto Potere” un film del 1976 di Sidney Lumet che denunciava il controllo della televisione sulle persone, “poveri noi se cadesse nelle mani degli uomini sbagliati” ribadiva a gran voce il presentatore. Punto che oggi estenderei a internet, soprattutto ai social, poveri noi se capitassero nelle mani sbagliate… ( momento di silenzio ) dove la comunicazione politica e di propaganda si è spostata. Una tra le sue scene più belle del conduttore è quella in cui parlando a chi lo segue denuncia “Quando una delle più grandi corporazioni del mondo controlla la più efficiente macchina per una propaganda fasulla e vuota in questo mondo senza Dio, io non so quali altre cazzate verranno spacciate per verità qui“.

Oggi con internet e soprattutto con i social abbiamo inasprito e falsificato il racconto della realtà. Troviamo sempre più “informazioni”, quante poi siano davvero utili e vere è tutto da capire. Opinioni e opinionisti dalla dubbia attendibilità che come ricordava un comico satirico “il problema in Italia non è la libertà di informazione, ma il mancato esercizio” ribadendo un concetto, c’è chi non dice le cose come stanno per il proprio tornaconto e durante la pandemia ne abbiamo sentite e lette.

Internet ha dato voce a tutti modificando la comunicazione, ma la politica italiana ancora oggi nonostante internet lotta per gestire la tv pubblica che resta ancora il mezzo più “autorevole” di pari passo con la carta stampata.
Un parco dei divertimenti spesso si trasforma in “un circo con fenomeni da baraccone” e i fatti lo dimostrano. Penso a un “attore” italiano scomparso dai riflettori per anni e riapparso durante la pandemia con tesi che l’hanno riportato alla ribalta, sarà per questo che il primo canale della tv pubblica ha deciso di premiarlo invitandolo come ospite fisso in prima serata. Il messaggio è chiaro, o no?

Riguardo questo capolavoro e rifletto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: